sito in costruzione! 🙂

Effetto Foresta

Outdoor Education, Campi Estivi, Immersioni in Foresta, progetti formativi con scuole e università per lo sviluppo delle Competenze

l'Effetto Foresta

Effetto foresta va letto come un processo di relazioneinfatti è la relazione che ci lega alla foresta non solo empaticamente o filosoficamente ma fisicamente.  Ed è un processo, cioè una concordanza in evoluzione, in trasformazione, una sequenza di più accadimenti che realizzano, determinano, naturalmente tutti gli aspetti.

Innanzi tutto, va compreso che l’Effetto Foresta si origina dalla foresta, dall’infinito complesso e ancora inesplorato mondo di connessioni, relazioni, messaggi, sinergie, azioni e reazioni, simbiosi, associazioni, coesistenze, compenetrazioni, ma anche lotte, eliminazioni, avvelenamenti che avvengono in modo non causale ma sistemico all’interno di un tessuto vivo che è la foresta

L’ambiente forestale diventa luogo ideale per lo svolgimento di attività legate all’apprendimento, all’Outdoor Education, e agli stili di vita sani con le Immersioni in Foresta.

Effetto Foresta è quindi ciò che accade quando queste attività vengono svolte appunto in ambienti forestali, che tanto più naturali e non antropizzati sono, tanto più questo effetto si verifica. Esiste un corpus di ricerche scientifiche che avvalorano l’azione benefica, fisica e psicologica, che la foresta ha su di noi.

Possiamo quindi individuare diversi Effetti Foresta: Effetto Foresta Biologico Effetto Foresta Educativo Effetto Foresta Salutare

Escursione Notturna

Senza luce artificiale, guidati dalla chiarore della luna piena o dalla profondità del cielo stellato 

Un’esperienza per vivere appieno la foresta anche di notte e godere “dell’effetto foresta notturno”

Parola di Margherita Hack:

“C’è un soffio di aria pura che viene dai naturisti e da chi si cimenta in passeggiate notturne nei boschi, costretto a fare a meno di ogni fonte di luce, e ad accorgersi che dopo un po’ ci si vede lo stesso. […] Ma in quel buio si riesce a sentire il canto dei grilli, il verso della civetta, l’odore degli alberi e dell’erba, a diventare parte del bosco” Margherita Hack , Firenze, febbraio 2004