Effetto Foresta Logo

Bivacco Case di Sant’Antonio – Pratomagno

Bivacco di Sant'Antonio sul Pratomagno, 6 posti letto, acqua e stufa. Una porzione sarà soggetta a lavori da Effetto Foresta

Il Bivacco

Il Bivacco Case di Sant’Antonio si trova nell’omonima foresta, fra il Monte Secchieta e Poggio Uomo di Sasso, sul Pratomagno.

Il bivacco dispone di 6 letti (3 letti a castello), un tavolo in legno sufficientemente grande, una stufa e all’esterno 4 braceri in cui è possibile cucinare. Sempre all’esterno è presente una fonte d’acqua potabile.

Come arrivare

Da valle è possibile arrivare al Bivacco prendendo il sentiero 15 da Ponte a Enna (Reggello) o da località Ponte a Macereto (abbreviando il cammino, strada non messa bene per le macchine, vedi su maps) che segue in maniera molto suggestiva il corso del torrente Sant’Antonio. Il sentiero arriva a località Mandro Vecchio da cui poi si intercetta la strada bianca che porterà direttamente al Bivacco senza nessuna deviazione (usciti dal sentero, sulla strada bianca, ad aspettarci ci sarà la Cascata del Pisciolo.

Sempre da Ponte a Macereto è possibile prendere la strada bianca (sentiero 16) fino a Ponte a Macereto da cui poi, tramite il sentiero raccordo 3, si prosegue nel sopracitato sentiero 15.

Da Monte è possibile lasciare la Macchina a Croce al Cardeto (maps) da cui possiamo:

  • prendere il sentiero 15 da cui poi, dopo circa 1km, dobbiamo lasciare prendendo il raccordo 5 in direzione Case di Sant’Antonio il quale dopo qualche km diventa raccordo 6 e si innesta sulla strada bianca
  • prendere il sentero 14 per il Bivacco Capanno delle Guardie (molto bello con punto panoramico su buona parte della foresta di Sant’Antonio, sul Valdarno fino al Monte Amiata), da cui si potrà prendere il sentiero per le Case di Sant’Antonio (sentiero 15, che lo si prende, arrivando da Croce al Cardeto, sulla sinistra prima del Bivacco delle Guardie, dove è presente una bacheca esplicativa degli animali della foresta)

Nuova gestione

Il complesso delle Case di Sant’Antonio sul Pratomagno nel comune di Reggello (Fi), è stato affidato tramite bando pubblico dell’Unione dei Comuni Valdarno-Valdisieve a noi di Effetto Foresta. Qua nascerà un centro di Outdoor Education per lo di sviluppo delle competenze tramite percorsi di apprendimento esperienziale sia per gli adulti sia, in particolare, per i giovani per sviluppare le giuste competenze per rispondere adeguatamente alle sfide future che ci aspettano.
Inoltre nel Centro che si verrà a costituire si terranno corsi di formazione e alta formazione su quelle che sono le dinamiche naturali della foresta, sulle Terapie Forestali grazie, fra gli altri, anche alla cooperazione con la rete nazionale della TeFFIt, e corsi formativi sull’Outdoor Education; tutto ciò grazie a collaborazioni importanti con esperti, professori universitari e Università (accordo di cooperazione).

 

Il Bivacco ci sarà ancora?

Si. A Sant’Antonio continuerà ad esserci la possibilità di fruire di una porzione dell’ex-bivacco. Per precisione continuerà ad essere aperta la stanza a monte dell’edificio: in tal senso il bivacco avrà 6 posti letto, un tavolo in legno con panche e una stufa per riscaldarsi, ed esternamente il rubinetto dell’acqua (che abbiamo provveduto a ripristinare in quanto da mesi non arrivava più acqua).

Noi di Effetto Foresta abbiamo chiesto l’autorizzazione di dotare a nostre spese di un bagno di libero utilizzo al bivacco, attualmente sprovvisto. Ciò per fare fronte alla sempre maggiore fruizione anche in modalità di pernotto che porta con sè i naturali bisogni fisiologici: per salvaguardare l’ambiente circostante, un bagno può venire in aiuto.

Rimarrà quindi chiusa la porzione dell’ex-bivacco a valle, in cui a breve inizieranno i lavori.

Per qualsiasi info in merito ai lavori e al Bivacco: info@effettoforesta.it o 3703253330 (Enrico)

Porzione edificio destinata a Bivacco delle case di Sant'Antonio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Email
WhatsApp
Twitter