Competenze Chiave e Trasversali

Le Competenze Chiave e trasversali per come definite dal Parlamento Europeo, per l'apprendimento permanente.

Competenze Chiave (competenze Europee)

Il Parlamento Europeo e il Consiglio d’Europa (2006/962/CE), nel dicembre del 2006, hanno emanato una Raccomandazione, per la prima volta a tutti gli Stati membri relativa alle “competenze chiave per l’apprendimento permanente“, ritenute necessarie per far fronte alle continue sfide di una società globalizzata e di un mondo in rapido mutamento e caratterizzato da forti interconnessioni.
Nel 2018 vi è stata una seconda Raccomandazione relativa alle Competenze, aggiornando il testo del 2006 sulla base delle nuove necessità relative alla sfide di un mondo sempre più globalizzato.

Cosa sono le Competenze Chiave

Nella Raccomandazione del Parlamento Europeo, le competenze chiave vengono così definite:

Le competenze chiave sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, l’occupabilità, l’inclusione sociale, uno stile di vita sostenibile, una vita fruttuosa in società pacifiche, una gestione della vita attenta alla salute e la cittadinanza attiva. Esse si sviluppano in una prospettiva di apprendimento permanente, dalla prima infanzia a tutta la vita adulta, mediante l’apprendimento formale, non formale e informale in tutti i contesti, compresi la famiglia, la scuola, il luogo di lavoro, il vicinato e altre comunità.”

Fondamentale per la corretta comprensione delle Competenze Chiave, è il concetto per cui queste non devono essere interpretate come statiche e scollegate fra di loro, bensì sovrapponibili e sempre interconnesse in cui gli aspetti essenziali per un determinato ambito, favoriscono le competenze in un altro ambito. Elementi quali il pensiero critico, la risoluzione di problemi, il lavoro di squadra, le abilità comunicative e negoziali, le abilità analitiche, la creatività e le abilità interculturali sono alla base di tutte le competenze chiave.

Le Otto Competenze Chiave

Il quadro di riferimento delinea otto tipi di competenze chiave. Le prime 4 attraversano in maniera trasversale ambiti disciplinari di base definiti, mentre le seconde 4 sono di natura più propriamente trasversale non facendo parte di un ambito disciplinare definito.

La competenza alfabetica funzionale indica la capacità di individuare, comprendere, esprimere, creare e interpretare concetti, sentimenti, fatti e opinioni, in forma sia orale sia scritta, utilizzando materiali visivi, sonori e digitali attingendo a varie discipline e contesti. Essa implica l’abilità di comunicare e relazionarsi efficacemente con gli altri in modo opportuno e creativo.

La Competenza multilinguistica definisce la capacità di utilizzare diverse lingue in modo appropriato ed efficace allo scopo di comunicare

La Competenza matematica è la capacità di sviluppare e applicare il pensiero e la comprensione matematici per risolvere una serie di problemi in situazioni quotidiane.

La Competenza in Scienze si riferisce alla capacità di spiegare il mondo che ci circonda usando l’insieme delle conoscenze e delle metodologie, comprese l’osservazione e la sperimentazione, per identificare le problematiche e trarre conclusioni che siano basate su fatti empirici, e alla disponibilità a farlo.

Le Competenze in Tecnologie e Ingegneria sono applicazioni di tali conoscenze e metodologie per dare risposta ai desideri o ai bisogni avvertiti dagli esseri umani.

La competenza digitale presuppone l’interesse per le tecnologie digitali e il loro utilizzo con dimestichezza e spirito critico e responsabile per apprendere, lavorare e partecipare alla società. Essa comprende l’alfabetizzazione informatica e digitale, la comunicazione e la collaborazione, l’alfabetizzazione mediatica, la creazione di contenuti digitali (inclusa la programmazione), la sicurezza (compreso l’essere a proprio agio nel mondo digitale e possedere competenze relative alla cibersicurezza), le questioni legate alla proprietà intellettuale, la risoluzione di problemi e il pensiero critico.

La competenza personale, sociale e la capacità di imparare a imparare consiste nella capacità di riflettere su sé stessi, di gestire efficacemente il tempo e le informazioni, di lavorare con gli altri in maniera costruttiva, di mantenersi resilienti e di gestire il proprio apprendimento e la propria carriera. Comprende la capacità di far fronte all’incertezza e alla complessità, di imparare a imparare, di favorire il proprio benessere fisico ed emotivo, di mantenere la salute fisica e mentale, nonché di essere in grado di condurre una vita attenta alla salute e orientata al futuro, di empatizzare e di gestire il conflitto in un contesto favorevole e inclusivo.

La competenza in materia di cittadinanza si riferisce alla capacità di agire da cittadini responsabili e di partecipare pienamente alla vita civica e sociale, in base alla comprensione delle strutture e dei concetti sociali, economici, giuridici e politici oltre che dell’evoluzione a livello globale e della sostenibilità.

La competenza imprenditoriale si riferisce alla capacità di agire sulla base di idee e opportunità e di trasformarle in valori per gli altri. Si fonda sulla creatività, sul pensiero critico e sulla risoluzione di problemi, sull’iniziativa e sulla perseveranza, nonché sulla capacità di lavorare in modalità collaborativa al fine di programmare e gestire progetti che hanno un valore culturale, sociale o finanziario

La competenza in materia di consapevolezza ed espressione culturali implica la comprensione e il rispetto di come le idee e i significati vengono espressi creativamente e comunicati in diverse culture e tramite tutta una serie di arti e altre forme culturali. Presuppone l’impegno di capire, sviluppare ed esprimere le proprie idee e il senso della propria funzione o del proprio ruolo nella società in una serie di modi e contesti.

Competenze Trasversali o Soft Skills

Per le competenze trasversali, o soft skills, non esiste un documento specifico ufficiale di riferimento che le definisca, come invece avviene per le Competenze Chiave.

Cosa sono le Competenze Trasversali

Le competenze trasversali sono quell’insieme di qualità personali che permettono di rispondere efficacemente e attivamente a quelli che sono gli stimoli esterni; sono capacità e qualità personali che caratterizzano il modo di essere di ogni persona nello studio, sul lavoro e nella vita quotidiana. Per questo sono anche conosciute come abilità interpersonali o non tecniche.

Quando parliamo di soft skills ci riferiamo ad un numero imprecisato di competenze che per la loro natura trasversale sono applicabili in più campi, anche interconnessi fra loro. Un esempio lampante è il problem solving: una competenza trasversale, in quanto è applicata a qualsiasi ambito lavorativo, di studio e di vita, non esclusiva di alcun ambito disciplinare specifico (es competenza matematica o digitale).

Esistono moltissime Competenze Trasversali: Capacità comunicativa, Collaborazione, Capacità Empatica, Adattabilità, Ascolto Attivo, Pensiero Critico

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Email
WhatsApp
Twitter